All posts filed under: Senza categoria

Sopravvivere alle elezioni francesi

Verso la fine del 2016 io ho fatto il mio dovere di cittadina espatriata, nella mia buca delle lettere c’era la mia tesserina per il voto al referendum e nel silenzio della mia cucina ho votato e portato la lettera alla posta.  Silenzio mentale e fisico.  Cerco di essere un essere un umano decente, un adulto mediocre che almeno si prende la briga di ascoltare le informazioni in radio negli estenuanti 8 minuti che separano casa dal lavoro o quando sono davvero masochista, aprire la lista twitter dedicata all’informazione.  Cerco di non bestemmiare e di leggere qualche articolo oltre i titoli.  Ponendo la premessa che io sono nata nel secolo sbagliato e quando mi degno di prestare attenzione a quello che mi circorda dimostro con tutta me stessa un enorme disturbo dell’attenzione, cerco di tenermi aggiornata, per non fare davvero schifo quando a tavola si parla di cose serie praticamente mai.  Per far vedere che non ho 8 anni come tutti credono.  Io vivo bene nella mia palla di neve e no, non mi sono …

Raw & Snapseed: Editing rapido ed efficace 

Snapseed è stato aggiornato ed adesso supporta la possibilità di sviluppo dei file Raw. Con DXO One io fotografo in Raw, soprattutto le scene notturne e nonostante le possibilità siano piuttosto limitate, è possibile ottenere un buon risultato anche sviluppando i file raw in Snapseed. Ecco come io modifico le foto in pochi semplici passi: I. Apro il file Raw con Snapseed ed autamaticamente si imposta nella sezione “sviluppo”, sistemo solamente in parte l’esposizione, il contrasto e un pochino la struttura. Non ho messo i parametri precisi perché vado ad occhio per ogni foto che modifico. II. Subito passo al ritaglio, vedere una foto mal propozionata mi crea un fastidio fisico. Mi avvalgo dell’aiuto della regola dei terzi, ovvero piazzo i dettagli interessanti in uno o più dei quattro punti dove le linee orizzontali e verticali si incontrano. III. Applico le regolazioni base, cerco di scurire le parti bruciate o schiarire le parti troppo scure, cerco di donare una foto l’effetto più naturale possibile. IV. Infine lavoro un pochino sulla struttura e sulla nitidezza, specie …

Barriere linguistiche

Al corso di linguistica ci è stato insegnato a posizionare le vocali in una griglia, queste vocali hanno suoni e valenze diverse a seconda della posizione, all’uso delle corde vocali, al posizionamento della lingua e la respirazione. I tedeschi a volte pronunciano dei suoni in cui l’aria esce dal naso, noi italiani facciamo vibrare le “r” ma non nello stesso modo in cui vibra la “r” degli scozzesi. Questi suoni apparentemente complessi sono la causa dell’accento, ovvero quando si parla una lingua alcune lettere non vengono pronunciate in senso “puro” ma con un metodo diverso (le classiche “e” aperte o meno, per intenderci).  Anche i migliori orecchi assoluti, soprattutto quando parlano una lingua straniera possono avere un accento, perché è una questione di elasticità della bocca e coordinazione fra respirazione, corde vocali e lingua. Ma una lingua è molto di più che una serie di versi, essa racchiude concetti ed idee proprie di una cultura, è una tela complicata e spesso difficile da decifrare. Quando si studia una lingua straniera si comincia ad esplorare questa …

Le mie aspirazioni

  Ad un certo punto della mia vita di adolescente ho capito che volevo scrivere. Volevo scrivere storie e farle sentire agli altri, per me, persona introversa, era un modo per comunicare al mondo quello che provavo, amavo e sentivo. Il mio primo personaggio in assoluto è stata Lilia, un’elfa (più precisamente faceva parte della stirpe dei Vani, che nella mia personalissima visione, erano delle creature umanoidi capaci di usare la magia) che viveva nel mondo non troppo originale di Midgard, a specchio e somiglianza dei Nove Mondi della Mitologia Nordica. Lilia faceva cose, non troppo originali,  ma erano avventure incredibili per me e in pieno stile Tolkeniano anche lei aveva una missione, quella di proteggere l’Yggdrasil. Lilia è rimasta nel mo cuore e spesso è stata ripresa per prendere parte a fanfction potterhead. Lilia era quello che la Flavia adolescente voleva diventare. Poi è arrivata la parte dolorosa dell’adolescenza ed è arrivato anche Edgar Allan Poe, il mio mondo si è dipinto di colori scuri, roba vittoriana e romanzi gotici. Poe riusciva a darmi …

È arrivato Gennaio

Come al solito il mese di Dicembre per me passa troppo in fretta ed ora che ho la sessione d’esami divisa fra inizio Diceembre e Gennaio il tempo per festeggiare e studiare mi sembra sempre troppo poco. Non ho fatto nessuna lista per il 2017, perchè quest’anno mi sono detta che non volevo strafare, mi sono data solo due o tre buoni propositi per concentrarmi solo ed unicamente sulla qualità piuttosto che la quantità. Il mio bilancio letterario di Goodreas mente, perchè non sono riuscita a tenerlo aggiornato ma quest’anno ho deciso di volare basso, soprattutto visto che il corso di Letteratura Inglese del prossimo semestre prevederà lo studio di 1984, che dovrò leggere e rileggere fino allo sfinimento, quidi mi sono data un’obbiettivo di lettura umano, per dare spazio alla qualità anche qui ed al Hedgerow Book club, che ha risvegliato in me la voglia di fare, provare e mettermi in gioco. In tema letterario vi è anche la scrittura, che vorrei tonarsse ad essere un’attvità più costante nella mia vita, non solamente per …