Phone-photography

My Instagram Adventure #0

Da qualche mese a questa parte, ho cominciato a prendere sul serio Instagram.

Quindi ho cominciato ad esplorare a fondo il mondo del web per conoscere tecniche e strategie per far funzionare al meglio questo social.

Vorrei raccontarvi (come fanno tanti post) come il mio profilo da 30 è arrivato a 30K seguaci. Ma non è così.

Ho deciso che voglio compiere quest’avventura insieme a voi, diventiamo instagrammers insieme.

Oggi, 1 Maggio 2017 il mio profilo instagram è così:


Quello che so per far furore su Instagram può limitarsi a:

1) Buon contenuto

2) Pubblica spesso

3) Socializza

Analizziamo questi punti:

1) cosa s’intende precisamente per buon contenuto? Una buona fotografia per me ha una buona qualità, una buona tecnica e un buon significato. È il meglio di tonnellate di scatti inutili. Che in realtà può riassumersi in tutto e niente, perché alla fine una buona fotografia non è buona per tutti. Quidi credo che qui si debba fare ammenda ai propri gusti personali. Per contenuto si intende anche didascalia, io sono pigra e preferisco scrivere in italiano, ma visto che ho deciso che il blog sarà bilingue, probabilmente lo sarà anche il mio profilo instagram.

2) Qui entra in gioco la questione timing e la creatività, niente foto tutte uguali, nessun post valanga delle foto del gatto. Iconosquare è un ottimo gestore per il timing, io mi sono  data tre mesi di prova, se il mio profilo instagram non migliora con l’aiuto di Iconosquare disdico l’abbonamento. Pre adesso ho guadagno 60 follower la prima settimana. Per la creatività vi mostrerò che non bisogna andare per forza in capo al mondo per scattare foto fantastiche, così come non vi serve una reflex da 3000 euro, motivo per cui esiste questo blog.

3) Per me socializzare è anche un problema nella vita al di fuori di internet, ma sto imparando. Ho deciso di seguire profili che mi piacciono davvero e di non dire nulla piuttosto del solito “nice shot!”