Journal, Senza categoria

Pronti per il ritorno

Il mese d’Agosto é stato il mese del silenzio, ho avuto un estremo bisogno di chiudermi in me stessa, per spurgare alcune cose negative della fine di Luglio. Stare a casa mi ha fatto immensamente bene, mi ha dato la possibilità di riflettere e pianificare il rientro.

IMG_2827.JPG

 

 

Vorrei cercare di non perdere i buoni propositi fatti per questo blog e continuare con la fotografia analogica e aggiungere qualche post riguardo la vita da expat. La cosa che più vorrei portare nel web é la mia ossessione per la moda vintage, mischiata a quella Mori e a qualcosa di mio. Ma ho un enorme problema di self-confidence e tutte le volte che provo a fare qualche foto, cercare di “sembrare carina” é un disastro, io mi frustro ancora di più e finisce che non faccio più nulla.

forse questa cosa dovrebbe servirmi come motivazione e non lo nego ma spesso ho lasciato il problema in balia di se stesso invece che affrontarlo davvero. Non é tanto il problema di amarsi per quello che si é, ma essere qualcosa che ci piace. Non mi piace molto rintanarmi nel mondo del “mi vado bene così, perché tanto non posso fare nulla”, io voglio piacermi davvero, senza compromessi.

Spero che mettere scritto qui, nero su bianco possa in qualche modo motivarmi, intanto ho preso una bellissima agenda di Mr Wonderful, (grazie a Chiara che me l’ha fatta scoprire), vorrei cercare di essere organizzata nel blogging così come lo sono all’università, vorrei fare tante cose questo autunno e so già che dovrò scegliere. Mi piacerebbe rianimare il canale YT facendo un video diario ogni mese, magari mettendolo in link ad un post dedicato. Durante le vacanze mi sono ritrovata a girare dei clip e mi é venuta in mente la cosa dei video diary, un modo semplice per condividere la propria vita. Così come ho intenzione di inaugurare ufficialmente la sezione “On film” su questo bog, ma il fatto che l’unico punto vicino casa dove potevo sviluppare le foto sia chiuso fino a nuovo ordine mi ha fatto saltare in aria il programma. Anche la questione “Iphoneograpy” é un po’ scemata, scatto ancora con il telefono, ma ho finito per portarmi in passeggiata sia la digitale che l’analogica…ed il telefono. Sono cosciente di quanto io debba essere ridicola con due macchine fotografiche attaccate al collo.

Ancora una volta mi sento carica, ma ho sempre paura di perdermi in un bicchiere d’acqua.

This entry was posted in: Journal, Senza categoria

da

Romana adottata dalla Francia, leggo troppi libri e scatto troppe foto. Predicatrice folle di #librisultavolo #myinstagramadventure In realtà sono un Hobbit.