Senza categoria

#Book Tag: 25 domande sui libri

Con una cosa come tre secoli di ritardo mi accingo a fare questo Tag, a taggarmi è stata la dolcissima Sara di With a Spoonful of Sugar, ditemi cosa c’è di più perfetto di un connubio fra Mary Poppins e Carrie Bradshaw? (ma si scrive così? Quanto mi sento stupida.). Mi sembra inutile dire che dovreste ( e dico dovreste per non sembrare autoritaria) seguire il suo blog.

Questo tag è stato promosso durante la giornata mondiale del libro, praticamente un mese fa. Io un mese fa stavo facendo gentilmente scendere tutti i santi dal paradiso per via degli esami. Quindi non ero proprio nello stato mentale adatto per scrivere un tag. L’avrei semplicemente decorato di parole poco carine, per quanto siano di uso corrente in italiano.

Dai, cominciamo. Le regole sono semplici:

  1. Usa come immagine quella in cima a questo post

2.Nomina e ringrazia il blog che ti ha nominato

3.Cita sempre chi ha creato il Tag (mi dispiace non sono riuscita a trovare l’autore)

  1. Nomina almeno 5 blog a cui fare le domande

Le Domande:

1. Come scegli i libri da leggere?

Sul serio? Io sono del segno della Vergine, sono metodica tanto da far saltare i nervi a chiunque. Quando posso mi piace andare a ficcare il naso nelle librerie indipendenti, che non fanno che aumentare la mia lista desideri tanto che l’unica soluzione potrebbe essere sposare una bestia che caga oro, che vive in un castello (in Francia? Potrei anche accontentarmi di uno diroccato) e perché mi trova così disperata, mi regala la sua immensa libreria, che non usa perché con i suoi artigli rovinerebbe tutti i libri, poi magari non sa nemmeno leggere. Ma resterebbe comunque un partito papabile. Quindi la massima delle librerie è “guardare ma non toccare”, il peggio è quando sono in visita dai miei, dove dovrei comprarmi una valigia apposta per tutti i libri che di solito compro e poi non so come portarmi indietro.

Altrimenti ho i miei blog/siti di fiducia. Ormai ho capito che le recensioni di Amazon sono la menzogna pura, quindi mi affido a gente più affine ai miei gusti. Normalmente seguo le recensioni di Historical Novel Society o Fairy Tales Reviews (mi pesa troppo mettere i link, abbiate pietà), perché in generale sono i temi che preferisco, altrimenti vado a caccia di qualche autore classico finito nel dimenticatoio, altra alternativa è cercare qualche autore fantasy, ma oramai si cade sempre nello YA imbarazzante, brutto e scritto male.

Quindi ho il mio giro virtuale di ricerca dei nuovi titoli (la mia TBR sulla scrivania trema, ci sono talmente tanti libri impilati che sfidano le leggi della fisica).

Dimenticavo: Ho la lista di libri da leggere su Goodreads, sono talmente tanti che ho lasciato perdere l’idea di scriverli da qualche parte.

2. Dove compri i libri: in libreria o online?

In entrambi i luoghi. Non amo molto la politica di Amazon, ma io sono una miserabile, leggere è praticamente l’unica cosa che faccio nel mio tempo libero, quindi non posso proprio permettermi un libro da 20€, che finisco in una settimana. Anche se il mio grande amore resta Bookdepository, prezzi interessanti ed una vasta scelta. Altrimenti vado sempre a guardare nei negozi dell’usato e nei mercatini delle pulci (ho trovato la prima edizione originale di Harry Potter, solo i primi quattro libri però, ed ho anche trovato una serie di short stories che erano fuori catalogo) da cui ho creato la mia rubrica “Book Stories”, perché trovare un libro desiderato in fra mille altri è sempre una sensazione favolosa.

E poi c’è Bookmooch, che non uso sempre ma mi ha già fatto collezionare qualche piccolo tesoro.

3. Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?

Io acquisto quando posso permettermi di fare ordini megalomani (uno in arrivo, molto presto!), quindi metto tutto in un angolo e finito un libro, invece di perdermi nella disperazione, ne scelgo subito un altro. Cerco di avere una scelta ampia, che possa essere soddisfacente per la mia voglia di leggere. Non manca mai qualche saggio o qualche classico, che sono un po’ la carta Asso della mia libreria (c’è sempre la voglia d’imparare qualcosa di più o di leggere un classico)

4. Di solito quando leggi?

Praticamente tutte le volte che posso. Mi annoio facilmente, sono una persona che non può restare senza fare niente, quindi leggo: quando aspetto per la lezione, leggo. Quando sono dal medico, leggo. Quando ho un intero pomeriggio di tempo orrendo, leggo. Quando vado nei boschi, leggo. Quando fa troppo freddo/caldo, leggo. Insomma a me piace leggere, mi piace davvero, questo non vuol dire che legga anche le etichette dei saponi (sono una signora, ho un certo gusto, sarebbe come uscire in tuta per andare a lezione!), ma mi piace farlo e lo faccio tutte le volte che posso.

5. Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?

No mai. Insomma sto leggendo la saga di Outlander in lingua originale, sono circa 1500 pagine per ogni libro e sono solamente al terzo, su quanti? Otto? Mi pare che poi non siano nemmeno finiti di uscire. Sono una persona decisamente pazza.

6. Genere preferito?

Romanzo storico. Se poi c’è anche quel pizzico di mangia non troppo invadente è perfetto. Altrimenti ho una predilezione (direi quasi più un feticismo) per tutti quei romanzi un pochino ingenui, come la saga di Chocolat. Che mi fanno vivere nell’esistenza romantica che vedo solo nella mia testa.

7. Hai un autore preferito?

Bella domanda. Ne ho diversi, ma ammetto che non tutti gli autori che amo hanno scritto cose che mi son piaciute. Direi Tolkien (che si pronuncia “Tolkin”, troppe volte le mie orecchie sanguinano), perché prima che venga definito “Fantasy” in realtà le sue opere fanno parte di quel genere che in inglese si chiama “medievalism” (ma ho in mente un post a riguardo, devo solo cercare di finire Ivanhoe)

8. Quando è iniziata la tua passione per la lettura?

Non lo so, direi da sempre. Così almeno mi hanno detto. Ricordo di aver letteralmente distrutto un compendio di poesie di Gianni Rodari (che ho ritrovato poco tempo fa), lo leggevo sempre, quel libro è uno dei miei primi ricordi di lettura.

9. Presti i libri?

Scherzi vero? Assolutamente no! Non mi prolungo nemmeno in una spiegazione, resta comunque NO.

10. Leggi un libro alla volta oppore riesci a leggerne diversi insieme?

Si, ma semplicemente per una questione di genere. Normalmente alterno fra romanzi e saggi, non mi piace seguire due storie differenti nello stesso momento. Mi fa diventare più scema di quel che sono già.

11. I tuoi amici/famigliari leggono?

Si. Ho ereditato la passione per la lettura da mio padre. Il mio compagno legge, la nostra storia è cominciata proprio grazie ad uno scambio di consigli sui libri ( Lui mi consigliò di leggere Martin, prima che uscisse quell’imbarazzante serie TV, lo so, non è per nulla romantico, ma è stato la prima saga di cui abbiamo parlato insieme. N.d.A.). Una cosa che mi manca molto è che non ho amici lettori, ho amici che leggono di tanto in tanto, ma nessuno è un vero amante della lettura.

12. Quanto ci metti mediamente a finire un libro?

Direi una settimana, anche due. Ma davvero dipende da che tipo di lettura è, quanto è lunga, quanto mi piace e quanto tempo effettivo ho di leggere.

13. Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?

Ho scritto un manuale della perfetta spiona di libri.

14. Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe?

Se questo dovesse accadere, probabilmente io sarei già sotto 3 metri di terra con un sarcofago pieno di libri. Ma direi che salverei qualche autore russo, diciamo Dostoevskij.

15. Perchè ti piace leggere?

Non lo so. Perché mi piace e basta, perché mi piace vedere come un essere umano può giocare con le parole tanto da creare un’opera che resta importante nel tempo, perché mi piace leggere le storie, perché leggere migliora lo spirito delle persone. Troppo difficile da spiegare.

16. Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?

A volte prendo libri in biblioteca o prendo quelli di mio papà. Ma generalmente preferisco quelli che possiedo.

17. Qual è il libro che no sei mai riuscito a finire?

La trilogia di 50 Sfumature. Voleva leggerla prima di parlarne male come fanno tutti. Ma ho finito con molta forza il primo libro. Poi ho capito che mi amo troppo per leggere roba del genere, anche se sono a favore della lettura brutta per bisogno di trash, c’è davvero un limite a tutto.

18. Hai mai comprato un libro solo perchè aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro?

Allora, ho lavorato come fotografa, ho qualche base per quanto riguarda la grafica. Mi piace l’arte, sono un’acquerellista a tempo perso. Sono sensibile alle immagini. Le belle copertine meritano di esistere e si, mi è capitato di comprare libri perché avevano una bella copertina.

Shame on me.

19. C’è una casa editrice che ami particolrarmente e perchè?

Neri Pozza e la Penguin. Che se avessero voglia di mandarmi da leggere i loro romanzi, farei questo sforzo enorme di accettarli come l’ultima delle marchettare. 

20. Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tienei “al sicuro” dentro casa?

Nessuna borsa merita di essere comprata se non ha lo spazio per un libro.

21. Qual è il libro che ti hanno regalato e che hai gradito maggiormente?

Sarò noiosa ma “Triti Tropici” di Levi Strauss. Una volta che non avevo assillato qualcuno con la mia lista desideri.

22. Come scegli un libro da regalare?

In base alla personalità del destinatario. Normalmente mi piace regalare libri anche a chi non legge (sono una futura nonna che farà regali orrendi).

23. La tua libreria è ordinata secondo un criterio o tieni i libri in ordine sparso?

Sono ordinati per lingua e/o tema. Ricordate? Vergine con manie della catalogazione.

24. Quando leggi un libro che ha delle note le leggi o le salti?

25. Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?

Io sono una grande sostenitrice delle note, come delle prefazioni. Spesso dei libri vengono considerati brutti dalla gente perché non si prendono la briga di leggere le note o le prefazioni (o le introduzioni), quindi di conseguenza non capiscono una fava della lettura.

Nomino:

eheddyd.wordpress.com

walkingcircle.wordpress.com

jumbleskine.com

….Non mi viene in mente nessun altro U_U

This entry was posted in: Senza categoria
Tagged with: ,

da

Romana adottata dalla Francia, leggo troppi libri e scatto troppe foto. Predicatrice folle di #librisultavolo #myinstagramadventure In realtà sono un Hobbit.

1 commento

I commenti sono chiusi.